Variabili cardiache e metaboliche nei cani obesi .Alterazioni della struttura e funzione cardiaca, resistenza all’insulina, dislipidemia e altre variazioni del metabolismo in uno studio.

 

Schermata 2018 01 26 alle 12.38.35

Nell’uomo, l’eziologia della disfunzione cardiaca correlata all’obesità (ORCD) è legata alla sindrome metabolica. Alcuni studi hanno indicato che i cani obesi presentano alcune componenti della sindrome metabolica, stimolando la valutazione della ORCD anche nel cane obeso. Uno studio ha valutato la struttura e la funzione cardiaca (ecocardiografia standard e sotto sforzo) e le variabili metaboliche (rapporto insulina:glucosio, lipidi, adiponectina, marker infiammatori) nei cani obesi, a confronto con cani di peso normale. Si includevano 46 cani sani di piccola taglia (<11 kg), 29 obesi e 17 di peso ideale.

Rispetto ai controlli di peso ideale, i cani obesi presentavano modificazioni cardiache caratterizzate da: maggiore rapporto tra ampiezza del setto interventricolare in diastole e dimensioni interne del ventricolo sinistro in diastole, ridotto rapporto tra peak early e peak late della velocità di flusso ventricolare sinistra e peak early e peak late della velocità anulare mitralica, e aumento delle percentuali di accorciamento frazionale e frazione di eiezione. La pressione ematica sistolica non differiva significativamente tra i due gruppi.

I cani obesi presentavano modificazioni metaboliche caratterizzate da aumentato rapporto insulina: glucosio, dislipidemia con aumento di colesterolo, trigliceridi e lipoproteine ad alta densità, riduzione dell’adiponectina e aumento dell’interleuchina 8 e delle citochine infiammatorie derivate dai cheratinociti chemokine-like.

Rispetto ai cani di controllo con peso ideale, i cani obesi presentavano alterazioni della struttura e della funzione cardiaca così come resistenza all’insulina, dislipidemia, ipoadiponectinemia e aumentata concentrazione di marcatori dell’infiammazione. Questi risultati suggeriscono la necessità di ulteriori studi per indagare infiammazione, dislipidemia e possibilmente ipertensione sistemica come possibili fattori contributivi dell’alterata funzione cardiaca, concludono oggi autori.
Cardiac and Metabolic Variables in Obese Dogs.” Tropf M, Nelson OL, Lee PM, Weng HY. J Vet Intern Med. 2017 Jul; 31 (4): 1000-1007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...