Empatia verso animali e proprietari nei medici veterinari italiani Donne più empatiche dei maschi.

vet

L’empatia gioca un ruolo importante nelle relazioni interpersonali e determina anche le relazioni tra l’uomo e le specie animali, influenzando il trattamento e la cura degli animali. I veterinari hanno un ruolo chiave per il benessere animale e, soprattutto quelli che si occupano di piccoli animali, devono prendersi cura dei pazienti animali così come del cliente umano, mostrando sensibilità ed empatia verso entrambi. Tuttavia, l’empatia nei veterinari ha ricevuto scarsa attenzione fino ad oggi.

Uno studio ha analizzato l’empatia verso gli animali e le persone nei medici veterinari, determinando se e in che grado questa fosse influenzata da variabili come il sesso e la durata del servizio. Infatti, è stato indicato che tali variabili influenzino l’empatia in una varietà di professioni legate alla cura e all’assistenza.

Sono stati utilizzati la Animal Empathy Scale per valutare l’empatia verso gli animali e l’Empathy Quotient per determinare l’empatia verso le persone in un campione di 107 veterinari che lavorano in cliniche veterinarie principalmente per cani e gatti nell’area di Milano.

I risultati dell’indagine sono in accordo con l’evidenza che suggerisce un processo di femminilizzazione della professione veterinaria, con una maggiore percentuale di femmine che iniziano la professione rispetto ai maschi. Inoltre, i risultati rivelano un effetto significativo del sesso sull’empatia verso gli animali, le donne infatti mostravano punteggi più elevati rispetto agli uomini, mentre non si evidenziano effetti della durata del servizio. Ciò suggerisce che, a differenza di quanto sembra verificarsi durante la formazione veterinaria, i veterinari professionisti mantengono un buon livello di empatia verso gli animali nel corso degli anni.

E’ interessante notare che la durata del servizio aveva invece un effetto significativo sull’empatia verso le persone, infatti i veterinari più esperti mostravano punteggi maggiori rispetto ai colleghi più giovani; questo risultato suggerisce che la capacità di tenere in considerazione e supportare le esigenze emotive dei proprietari possa crescere nel tempo.

A conoscenza degli autori, il presente è il primo studio in letteratura a valutare l’empatia verso gli animali e le persone nei medici veterinari per piccoli animali. Sono necessari ulteriori studi per determinare il ruolo dell’empatia nella qualità delle cure, nella soddisfazione del proprietario e nel benessere del veterinario, concludono gli autori.

“Empathy toward animals and people: The role of gender and length of service in a sample of Italian veterinarians” Elisa Silvia Colombo, Franca Crippa, Tessa Calderari, Emanuela Prato-Previde. Journal of Veterinary Behavior: Clinical Applications and Research, Volume 17, 32 – 37

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...