LA LEISHMANIOSI CANINA

ciclo-leishmaniosi

La Leishmaniosi canina è una malattia infettiva zoonotica causata da protozoi del genere Leishmania. Il parassita si moltiplica all’interno dell’intestino della femmina del flebotomo, insetto volgarmente chiamato “pappatacio”, che diventa vettore di malattia nel momento in cui compie il pasto di sangue. Il flebotomo è un insetto molto comune in tutta l’area del Mediterraneo e ha una attività crepuscolare e notturna che si estende dalla primavera all’autunno.

Nell’uomo

La malattia è meno frequente e si sviluppa soprattutto in soggetti con grave immunodeficienza. La trasmissione all’uomo non può avvenire dal cane ma sempre dalla puntura dell’insetto.

260px-skin_ulcer_due_to_leishmaniasis2c_hand_of_central_american_adult_3mg0037_lores

Epidemiologia ed eziologia

Fino agli anni ’80 le regioni considerate a carattere endemico per la leishmaniosi canina erano quelle del sud e del centro Italia mentre oggi la Leishmania è diffusa in tutto il territorio nazionale. Questa rapida espansione dell’endemia è dovuta in gran parte alla movimentazione degli animali positivi che costituiscono il serbatoio della malattia. La trasmissione può avvenire anche durante l’accoppiamento e la gravidanza, per questo è consigliabile escludere dalla riproduzione cagne positive. La Leishmania provoca un’infezione cronica che a volte può essere asintomatica e a volte può evolvere in una malattia conclamata dai sintomi estremamente variabili e per questo di difficile identificazione da parte del proprietario. La comparsa e l’evoluzione della malattia di un cane positivo dipendono dalla sua risposta immunitaria. Non tutti i cani che risultano positivi ai test diagnostici sono malati di leishmaniosi e non tutti quelli che si ammalano lo fanno in modo grave. Spetta al Medico Veterinario, tramite la visita clinica e l’esecuzione di indagini complete, distinguere un cane malato che necessita di una terapia, da un cane positivo che va monitorato nel tempo con controlli frequenti. Il Veterinario, oggi ha la possibilità di scegliere diversi protocolli in base alla situazione del singolo paziente. E’ assolutamente sconsigliato l’approccio a questa malattia con auto medicamenti o dare ascolto al parere dell’esperto di cani che vi consiglia il farmaco giusto. Spesso si sente dire che dalla Leishmania non si guarisce e di cani che “miracolosamente” sono guariti. E’ conosciuto, in realtà che un certo numero di cani, risultato positivo, si negativizza ad alcuni tipi di test senza aver effettuato nessuna terapia. Al momento non si sa se questi cani sono davvero guariti o l’infezione si è localizzata in tessuti diversi da quelli comunemente testati.

Come capire se il vostro cane è affetto da Leishmania?

Non è semplice, i sintomi esterni più comuni sono la crescita delle unghie, dermatiti con aspetti molto diversi, perdita di peso, aumento dei linfonodi, dimagrimento, zoppia. Si possono riscontrare uno solo di questi segni, tutti e nessuno, per questo è importante, per la salute del vostro cane, effettuare ogni anno visita e test per conoscere l’eventuale positività. In assenza di sintomi è consigliato effettuare lo screening durante il tardo autunno o l’inverno, periodo in cui si è superata la stagione di rischio infezione.

Come prevenire l’infezione da Leishmania?

In commercio vi sono diversi antiparassitari contro il flebotomo sotto forma di spot-on ,compresse e di collari, sarà uno dei nostri Medici a suggerirvi il più indicato per le esigenze del vostro cane. L’antiparassitario deve essere messo con regolarità e in base alla prescrizione. Prima dell’uscita all’ora del tramonto o alla sera è consigliabile utilizzare degli spray da nebulizzare sul corpo a base di olio di neem, citronella, bergamotto, che sono dei buoni repellenti naturali da associare all’antiparassitario.

Vaccino

Da pochi anni vi è in commercio un vaccino contro la Leishmania e i pareri dei Medici Veterinari sono molto discordanti, affidatevi al vostro medico di fiducia che saprà consigliarvi il meglio per il vostro amico.

In caso di malattia

Se il vostro cane dovesse ammalarsi di leishmaniosi non gettatevi nello sconforto, è una malattia ormai ben conosciuta e sempre più studiata sotto ogni aspetto diagnostico e terapeutico, è necessario però non abbassare mai la guardia e soprattutto seguire sempre l’approccio consigliato dal vostro veterinario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...